Una visita guidata per ricordare la presenza ebraica, i periodi di convivenza e di persecuzione e il coraggio di chi ha salvato vite umane in tempi bui. Tra i percorsi a tema, noi di Cicerone Berlino vi proponiamo il nostro

Tour Berlino ebraica: in italiano e di qualità, disponibile

Il percorso del tour

Vedremo: quartiere ebraico, Nuova sinagoga, pietre d'inciampo, cortili interni degli Hackesche Höfe e della Haus Schwarzenberg, Museo Otto Weidt.

Alla vigilia della seconda guerra mondiale Berlino ospitava la più grande comunità ebraica dell'intera Germania, una presenza che aveva origini lontane, risalenti al medioevo, ma gli sconvolgimenti e drammi del secolo scorso hanno cancellato molte tracce. Con questo tour vi proponiamo di scoprire ciò che ancora testimonia questa presenza.

Attraversando lo Scheunenviertel (l'allora quartiere ebraico della città, parte del centrale quartiere Mitte) ci imbatteremo in luoghi, edifici e strade che sono stati teatro di questa lunga e spesso travagliata storia.
Entrando al Museo Otto Weidt conosceremo le vicende di un uomo coraggioso che assieme ad altri oppositori del nazismo si ingegnò per evitare la deportazione di molti ebrei berlinesi. Nei locali originali della manifattura di spazzole della quale Weidt era proprietario scopriremo come egli abbia contribuito a salvare vite umane, tra cui la vita dell'allora giovanissima Inge Deutschkron: ancora oggi, in questo stesso luogo dove un tempo lavorava, Inge Deutschkron tiene conferenze per trasmettere in prima persona le sue esperienze di 70 anni fa. Vi renderemo partecipi dei suoi racconti su come Weidt abbia nascosto intere famiglie e di come abbia persino tentato di tessere relazioni commerciali con l'amministrazione di Auschwitz al fine di salvare la sua segretaria là internata.

La particolare struttura architettonica del quartiere, caratterizzato da cortili interni (come gli Hackesche Höfe), ci darà la possibilità di raccontarvi come Berlino si sia sviluppata; vedremo al contempo alcuni edifici ristrutturati elegantemente, altri sbriciolatisi durante il periodo socialista (il quartiere ebraico si trova appunto nell'ex Berlino est) e perfino un palazzo che porta evidenti segni della guerra. Faremo poi tappa nell'area dove sorgeva il lager di passaggio, anticamera della deportazione verso i campi di sterminio fuori dai confini del Reich, per chiudere infine la visita di fronte alla Nuova Sinagoga in Oranienburger Strasse: dalle forme orientaleggianti è oggi il simbolo del quartiere mentre in passato fu oggetto di vandalismi e di un tentativo d'incendio nella “notte dei cristalli” del 1938.
Potrete proseguire la visita del quartiere da soli tra gallerie d'arte, localini, palazzi occupati e street art, e ricordatevi che molti degli artisti di strada hanno l'intenzione di farvi sorridere per il breve momento in cui passate davanti alle loro opere.

Durata e modalità: il tour dura 2 ore e si svolge a piedi; l'ingresso al museo è gratuito.
Un tour privato oppure un viaggio d'istruzione potrebbe proseguire con una visita guidata del Museo ebraico di Berlino introducendovi ad usanze, oggetti, personaggi ed avvenimenti che hanno segnato quasi duemila anni di vita ebraica in Germania.

Come conoscere la Berlino ebraica assieme a noi:

Le alternative che vi proponiamo: